Salvataggio in Acqua - OPSA

 

Si tratta di una specialità nata nel 1992 e inquadrata nel settore dei “Soccorsi Speciali” della Croce Rossa Italiana, svolta da personale con formazione di Operatore Polivalente di Salvataggio in Acqua (OPSA).

La competenza del Comitato Locale CRI di Fiumicino si estende su tutto il territorio comunale caratterizzato da oltre 30 km di costa e dalla presenza di diverse strutture turistiche che, durante i mesi estivi ed in particolare nei fine settimana, richiamano un gran numero di bagnanti, con un notevole incremento numerico della popolazione.  Di non poca rilevanza, inoltre, è la presenza di alcuni corsi d’acqua tra maggiori e minori, quali il fiume Tevere, la Fossa Traianea con il lago di Traiano, il fiume Arrone, il fiume Tre Denari e lo stagno di Maccarese che, nelle stagioni invernali, generano diversi fenomeni di criticità cui spesso si viene chiamati a rispondere con interventi di supporto per operazioni di protezione civile.

Nel corso degli anni, l’attività di sorveglianza e soccorso in acqua ha sviluppato una serie di tecniche e protocolli mirati per specifici interventi in acque aperte o interne. Dopo aver ottenuto una apposita qualifica, l’operatore si dedica quindi all’assistenza e al soccorso lungo le coste, le acque interne e le piscine.

Gli OPSA sono soccorritori qualificati nelle manovre salvavita ed abilitati all’uso dei defibrillatori semiautomatici che, dopo alcuni anni di esperienza maturata nelle strutture di emergenza sanitaria, hanno conseguito la specializzazione per l’attività di salvataggio di superficie, per il salvataggio con mezzi navali e per le attività subacquee. Sono tutti volontari che hanno seguito corsi di addestramento selettivi e che si sottopongono a continui aggiornamenti per affinare la loro preparazione e conoscere nuove tecniche d’intervento. La decisione del Ministero dei Trasporti e della Navigazione di riconoscere il brevetto di Operatore Polivalente quale titolo abilitante allo svolgimento dell’attività di soccorso in mare, rappresenta motivo di grande soddisfazione per la Croce Rossa Italiana poiché ne decreta la validità del valore professionale.

La squadra OPSA di Fiumicino è dotata di un’unità di superficie appartenente al naviglio minore, allestita ad idroambulanza, con cui è possibile svolgere attività di pattugliamento e soccorso costiero a supporto di eventi e manifestazioni sportive. Disponendo di un dispositivo di recupero abbattibile in acqua, questo mezzo è particolarmente versatile negli interventi di soccorso individuale in mare, nel recupero di feriti ed infortunati, anche con politrauma, in condizione di semisommersione.